red-imposta-di-bollo-burl

Azioni
Caricamento...

Imposta di bollo

Prima di procedere all’inserzione, è bene verificare se si è soggetti o meno al pagamento dell’imposta di bollo. In caso affermativo occorre munirsi di carta di credito, prima di collegarsi all’up-load.
 
Con il d.l. 26 aprile 2013, n. 43 convertito con l. 24 giugno 2013, n. 17, le misure dell'imposta fissa di bollo attualmente stabilite in € 1,81 e in € 14,62, ovunque ricorrano, sono rideterminate, rispettivamente, in € 2,00 e in € 16,00.
 
SOGGETTI ESENTI
Il d.p.r. 642/1972 e succ. mod. e int. al punto 16 della tabella All. B, indica esplicitamente i soggetti i cui atti sono esenti dall'applicazione della normativa sul bollo:
"Atti e documenti posti in essere da amministrazioni dello Stato, regioni, province, comuni, loro consorzi e associazioni, nonché comunità montane, sempreché vengano tra loro scambiati."
Il Decreto legislativo 4 dicembre 1997, n. 460/97 dispone che anche atti, documenti, contratti, certificazioni e attestazioni resi o richiesti da Onlus siano esenti da imposta di bollo.
L’esenzione viene inoltre applicata ad ARIFL, ARPA, ERSAF e Ente regionale per la ricerca, la statistica e la formazione in quanto enti funzionali alla Regione e da essa direttamente dipendenti.
 
SOGGETTI TENUTI AL PAGAMENTO DELL'IMPOSTA DI BOLLO

Sono soggetti al pagamento dell’imposta di bollo gli atti inviati da:

  • soggetti privati
  • enti, società e fondazioni di cui agli allegati A1 (con esclusione degli enti dipendenti indicati nella Sezione I sopra richiamati) e A2 della l.r. 30/2006
  • altri soggetti non inclusi esplicitamente

l processo completo di pagamento si avvale di un servizio di commercio elettronico.
 
Di seguito le fasi operative:
 

  1. L’inserzionista si collega all’applicativo www.inserzioniburl.servizirl.it mediante user id e password, inserisce i dati richiesti e quindi carica nel sistema il testo. L’assistenza per queste operazioni è fornita da Lombardia Informatica tel. 02 3933 1940
  2. L' applicazione calcola l’importo dovuto - comprensivo del costo della commissione pari a   € 1,00 - chiede l’inserimento di una e-mail a cui inviare la quietanza e propone il pagamento solo con Carta di Credito.
  3. Il servizio bancario richiede l’inserimento dei dati della carta di credito e, dopo la conferma, autorizza il pagamento verso il circuito interbancario. Per assistenza in questo specifico ambito rivolgersi alla propria banca.
  4. Il sistema registra l’esito dell’operazione sul proprio database, predispone la quietanza del pagamento (in Pdf) ed invia l’e-mail di conferma con allegato il Pdf stesso; il cliente potrà stampare o eseguirne il salvataggio.
  5. Ricevuta l’informazione positiva di avvenuto pagamento, l’applicativo gestionale BURL permetterà il definitivo caricamento del documento e la visualizzazione ai redattori regionali.

14/11/2017